Come un nuovo inizio…

Oggi inizia un nuovo mese, per me Settembre è come se iniziasse un nuovo anno, un nuovo inizio, in particolare quest’anno così strano e diverso, e per quanto mi riguarda di grandi cambiamenti.

E’ da un pò che non scrivo niente qui, è stato un periodo un pò così per tutti, e ogni cosa che mi veniva in mente di scrivere mi sembrava inutile e superflua nel periodo appena trascorso

Ho messo questa bella foto di un tramonto fatta in un momento di serenità verso la fine delle nostre vacanze a Luglio in Puglia, una bellissima vacanza che non pensavamo neanche di riuscire a fare ed invece è andato tutto bene.

La vacanza per me è stato un pò uno spartiacque dal prima al dopo, prima: è iniziato l’anno (anzi è finito il 2019) con la preoccupazione dei casi di meningite qui dalle nostre parti, la decisione finale della chiusura definitiva del mio negozio, decisione soffertissima, poi mentre stavo iniziando a dare la notizia alle cliente è arrivato il Covid e tutto quello che è successo, il lockdown, la preoccupazione per il mio lavoro, il pensiero per i nostri anziani, la perdita di persone conosciute, l’impotenza di non poter fare nulla, il non sapere con cosa avevamo a che fare; sono stati momenti di terrore, di paura, anche se sinceramente chiusi in casa noi stavamo anche bene, eravamo come in una bolla, abbiamo la fortuna di avere da circa 3 anni una casa grande, con tanto giardino, in una bella zona collinare che quasi ci sentivamo in ferie, a parte le ambulanze e le campane che si sentivano in continuazione… Così ne abbiamo approfittato per fare parecchi lavoretti di ristrutturazione che non si aveva mai tempo di fare, abbiamo imparato a vivere tutti e quattro insieme h24 per 2 mesi, cosa che non avevamo mai fatto, ci siamo goduti la nostra casa e la nostra famiglia, non tutto il mare vien per nuocere…

Poi c’è stata la ripartenza, non sapevo se avrei riaperto il mio negozio visto che poi a fine Giugno avrei chiuso definitivamente, ma ho voluto riaprire, non mi sembrava giusto nei confronti delle mie clienti, non mi è piaciuto come non ci siamo salutate prima del lockdown, abbiamo dovuto chiudere in tutta velocità, ma riaprire non è stato facile, con tutti i dispositivi addosso per la vicinanza, avevo molta paura sono sincera, avevo paura di ammalarmi e portare qualcosa ai miei cari, avevo paura di non disinfettare per bene tutto, avevo paura che venisse da me qualche cliente inconsapevolmente ammalata, insomma avevo paura di tutto infatti mi sono tornati i miei leggeri attacchi di panico, che per fortuna riesco a controllare, ancora adesso che sono molto più tranquilla ogni tanto mi viene un’assurda agitazione che mi fà arrabbiare…

Poi a fine Giugno la chiusura del negozio, è stata dura salutare le clienti, ho ricevuto delle bellissime parole da alcune di loro, mi sono sentita dire che mancherò più per la persona oltre che la parrucchiera, forse perchè da me oltre che venire a fare i capelli si veniva per parlare, per sfogarsi, per bere il caffè insieme, per sentire un consiglio, per ridere e scherzare, insomma il lato umano del mio lavoro, ed è quello che mi manca un pò…

Sistemate le varie cose burocratiche del negozio, siamo partiti per la Puglia, inizialmente dovevamo partire io e mio figlio poi ci avrebbe raggiunto dopo qualche giorno mio marito mentre mia figlia doveva essere in vacanza studio all’estero, ed invece il Covid ha stravolto tutto e siamo partiti tutti insieme in auto per 15 giorni, bellissimo il Salento, appena riesco farò un bel reportage con i bellissimi posti che abbiamo visitato.

Quindi è arrivato il dopo, un mese dopo la fine delle vacanza, c’è ancora un pò di preoccupazione per l’aumento dei casi di Covid e per l’incerto inizio della scuola, ma quest’anno finirà prima o poi? Sinceramente sono stanca di essere sempre così preoccupata ed in ansia, mio marito mi dice sempre che esagero e devo imparare ad essere più tranquilla….. Ha ragione, ma a riuscirci! Certo ho una grande preoccupazione in meno che era il mio negozio, ho molto più tempo libero per fare tutto, riesco ad occuparmi di tante cose che prima avrei voluto fare ma era impossibile, ho diversi progetti che vorrei realizzare ma, mi sento come bloccata da non sò che cosa, sono andata a trovare una mia cara amica l’altra settimana e anche lei (creativa come me) è nella stessa situazione, forse tutte queste preoccupazione ci bloccano, infatti abbiamo dedotto che abbiamo un blocco creativo….

Sò che faccio ridere, ma chi è creativo penso mi capisca… Per ora mi butto sulla cucina e sto preparando di tutto con i frutti del mio orto, devo ricominciare a metter un pò di ricette, infatti mi chiedono come mai non ne metto più, e poi vorrei iniziare a fare quello per cui è nato questo blog, condividere quello che sò fare ma sopratutto mi piace fare, le mie idee creative, il riciclo di cose utili, i miei hobby, per poter dare ma sopratutto ricevere i vostri consigli.

Come dice il mio nome sù in alto Eva crea, questo voglio fare e spero al più presto di ricominciare per poter esprimere la mia creatività, che nella mia testa è sempre presente e lavora in continuazione, per poter poi condividerla con voi….

Questa foto invece l’ho fatta stamattina all’alba durante la mia camminata, abitudine che devo riprendere con costanza come prima, che questi colori siano di buon auspicio per un nuovo inizio di colori e creatività!

0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *