Chiffon Cake con gocce di cioccolato

La chiffon cake direi proprio che è la regina delle ciambelle per molti motivi, è molto alta, è morbidissima più di ogni altra, servono ben 8 uova per farla ed è molto scenografica, insomma a me piace moltissimo e quando ti presenti da qualcuno con questa ciambella si fà un figurone, anche con le sue diverse varianti, qui sotto la ricetta:

Ingredienti

  • 235 gr di zucchero
  • 8 uova medie
  • una bustina di cremor tartaro
  • 240 gr di farina 00
  • un goccio di limoncello ( a piacere)
  • 125 ml di olio di semi
  • 140 ml di succo d’arancia ( anche in scatola)
  • buccia di 1 limone bio
  • un pizz. di sale
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • per la variante nella foto 130 gr di gocce di cioccolato

Procedimento

Dividere le uova e lavorare gli albumi a neve ben ferma con il cremor tartaro e il sale, riporli in frigo, montare bene i tuorli con lo zucchero, aggiungere l’olio, il limoncello, il succo d’arancia, la buccia del limone e poco alla volta la farina e per ultimo il lievito.

In queste immagini c’è la ricetta della Chiffon Cake classica (bianca), prima di mettere l’impasto nella tortiera aggiungere le gocce di cioccolato.

Deve venire un impasto bel spumoso, aggiungere poi gli albumi montati facendo attenzione a non smontare il tutto, per ultime le goccie di cioccolato passate con un pò di farina bianca. mettere l’impasto nella suo apposito stampo senza imburrarlo e mettere in forno per circa un ora, a 180° per 15 min. poi abbassare a 170°, quando cotta toglierla dal forno e riporla su un piano rovesciata finchè non completamente raffreddata, quando fredda toglierla con cautela dalla tortiera e spolverarla con zucchero a velo.

Premessa: in questo caso ho voluto farla con gocce di cioccolato, ma non ho ancora perfezionato il procedimento, in quanto l’impasto è molto morbido e le gocce pesanti, tendono ad andare verso il fondo, se qualcuno ha consigli da darmi per evitare questo, vi prego ditemelo….

Consigli: per le varianti si può come in questo caso aggiungere le gocce di cioccolato, ma è favolosa anche liscia, oppure al caffè sostituendo il succo di limone con caffè, al limone, al cioccolato, sostituendo 30 gr di farina con cacao amaro; insomma largo alla fantasia. Per la tortiera io le prime volte che la facevo non avevo questo stampo e facevo una fatica tremenda. perchè, a parte che serve una tortiera grande perchè l’impasto è molto, ma la particolarità è che deve raffreddare rovesciata, ho provato a non farlo, ma si affloscia tutta ed è un disastro….. Altra accortezza lavorare in una ciotola molto grande perchè l’impasto monta molto

Comunque è una ciambella di una consistenza e morbidezza eccezzionali, ne ho provate tante di torte ma questa non la batte nessuno in morbidezza e poi rimane così per giorni, anche se in casa mia non dura molto, provare per credere……

Comments

  1. Sara says:

    Brava Eva. Ora ho comprato lo stampo e domani procedo. È da anni che volevo farla. È una tipica torta americana che loro chiamano Angel cake per farne capire la delicatezza, che poi è la prima sensazione che si prova assaggiandola.

    1. Grazie Sara, è proprio la sensazione che si prova assaggiandola, una nuvola….

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *